sistema immunitario
▶︎ Idratazione, Scienza e Salute

Sistema immunitario tra stile di vita, virus e influenze

Il sistema immunitario è costituito da organi, cellule e sostanze chimiche speciali in grado di contrastare attivamente le infezioni (microbi). Le parti principali: globuli bianchi, anticorpi, sistema del complemento, sistema linfatico, milza, timo e midollo spinale.

Questo sistema registra gli invasori che ha già sconfitto in tipi di cellule specializzate (linfociti B e T) note come cellule della memoria. Ciò significa che può riconoscere e distruggere il microrganismo patogeno nel caso entri nuovamente nel corpo, prima che esso possa moltiplicarsi e causare una malattia.

Alcune infezioni, come l’influenza, devono essere combattute più volte a causa dell’elevato numero di virus o ceppi dello stesso tipo di virus che possono causare queste malattie. Prendere l’influenza da un virus non conferisce immunità contro gli altri. Ragion per cui il metodo migliore per affrontare questo genere di situazioni è, e resta, l’avere un sistema immunitario forte e opportunamente attivo.

Il sistema immunitario è la difesa contro le malattie

È anche necessario per aiutare il corpo a riprendersi da eventuali lesioni. Tuttavia, ci sono una varietà di fattori che possono provocare una compromissione del sistema immunitario. Il primo passo per affrontare questi potenziali problemi è identificarli.

Alcuni dei fattori che possono indebolire il sistema immunitario includono stress, cattive abitudini alimentari, privazione e riduzione del sonno e un malsano stile di vita. Questi fattori possono portare a malattie e sintomi regolari che impediscono di vivere la vita al meglio delle nostre possibilità. Tra le sane abitudini di vita che contribuiscono a rendere più forte e adeguatamente reattivo il nostro sistema immunitario vi è una adeguata idratazione.

virus

Difatti, gli studi dimostrano che una condizione di disidratazione, anche solo del 2%, porta a livelli più alti di stress, maggior secrezione di adrenalina e cortisolo, con un impatto progressivo sul sistema nervoso (deterioramento delle funzioni mentali) sul sistema endocrino (disallineamento dei ritmi circadiani) e sul sistema immunitario (riduzione dell’efficacia).

 

Dalla ricerca scientifica un’acqua con una marcia in più

L’acqua arricchita con idrogeno molecolare è semplicemente acqua pura con aggiunta di molecole di idrogeno. Sappiamo tutti che le molecole d’acqua sono composte da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno. Tuttavia, la quantità di molecole di idrogeno libere, ovvero non legate all’ossigeno, che possono essere utilizzate dall’organismo sono davvero infinitesimali, meno di 0.0000002 ppm.

Pertanto, infondere acqua con idrogeno aggiuntivo produce benefici che l’acqua normale non può offrire. La concentrazione efficace di 1,6 ppm è facilmente raggiungibile con molti metodi come, ad esempio, il semplice gorgogliamento dell’idrogeno nell’acqua.

Avere acqua arricchita con idrogeno molecolare a casa propria o in ufficio è oggi possibile grazie a biotecnologie di ultima generazione per il trattamento delle acque di rete. Dispositivi che consentono dapprima una efficace filtrazione delle acque di rete, e a seguire un arricchimento dell’acqua ripulita con idrogeno allo stato gassoso (H2).

 

Idrogeno molecolare, influenza sul sistema immunitario

L’idrogeno molecolare, comunemente scritto H2, è una molecola formata da due atomi di idrogeno che condividono i loro elettroni. Questa minuscola molecola, la più piccola nell’Universo conosciuto, è un antiossidante eccellente e unico.

Specifico per il radicale idrossile e capace di attivare le molecole antiossidanti naturali del corpo. Grazie proprio alle sue dimensioni ridotte, attraversa facilmente le biomembrane e ha accesso a parti della cellula che altri antiossidanti, date le loro dimensioni, non sono in grado di raggiungere. Recenti studi hanno segnalato che l’idrogeno molecolare ha un effetto soppressivo sull’infiammazione in modelli umani e animali.

Assunzioni efficaci di acqua arricchita di idrogeno molecolare hanno fortemente influenzato l’espressione dei geni che mediano le citochine pro-infiammatorie e anti-infiammatorie. Vi sono state down-regolazioni di geni di risposta immunitaria pro-infiammatori selezionati (IL-1β, IL-6 e NF-κB) e up-regolazione dei geni delle citochine antinfiammatorie (IL-10) nella milza, nei reni, e fegato.

Idrogeno molecolare
Fonte: Iuchi K, et al, 2016

L’interesse verso l’idrogeno molecolare e la sua applicazione in varie malattie sono stati stimolati dal lavoro prodotto da Ohsawa e colleghi e pubblicato nel 2007 su Nature Medicine. In tale pubblicazione si riportano i sorprendenti effetti terapeutici dell’idrogeno molecolare su un modello di ratto di infarto cerebrale.

Com’è comprensibile, i risultati ottenuti da Ohsawa e colleghi hanno letteralmente dato il via ad una cascata di articoli originali che in 13 anni hanno dimostrano gli effetti anti-ossidativi, anti-infiammatori e anti-apoptotici dell’idrogeno molecolare.

 

Acqua potabile e idrogeno molecolare: quale valore ed effetti?

L’acqua potabile contenente una dose adeguata di idrogeno molecolare (acqua arricchita di H2) rappresenta una versatile alternativa di assunzione di questo minuscolo e preziosissimo elemento. L’idrogeno molecolare ha un potenziale valore nella prevenzione delle malattie su base infiammatoria, fino ad ora, almeno 63 categorie di malattie che interessano essenzialmente:

  • Cervello.
  • Midollo spinale.
  • Occhi.
  • Orecchie.
  • Polmoni.
  • Cuore.
  • Fegato.
  • Reni.
  • Pancreas.
  • Intestino.
  • Vasi sanguigni.
  • Muscoli.
  • Cartilagini.
  • Metabolismo.
  • Disturbi perinatali.
  • Infiammazione.
  • Allergia.

È stato riferito che l’acqua arricchita di idrogeno molecolare (HRW) regola l’immunità funzionando come immunomodulatore, mostrando i propri effetti sull’attività e l’espressione di varie molecole come:

  • La molecola di adesione intercellulare ICAM-1 e la mieloperossidasi.
  • Il linfoma 2 a cellule B (Bcl2) e la proteina X associata a Bcl2 (Bax).
  • Le metalloproteasi di matrice (come MMP3 e MMP13).
  • L’ossido nitrico sintasi neuronale (nNOS)
  • Il fattore di crescita dei fibroblasti 21 (FGF21).
  • La chinasi extracellulare regolata dal segnale (ERK).
  • La chinasi N-terminale (JNK) c-Jun.
  • Il fattore nucleare κB (NF-κB).
  • Il fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF).

Inoltre, l’acqua arricchita di idrogeno gassoso non solo aumenta la risposta immunitaria per prevenire eventuali infezioni, ma sopprime anche altre risposte pro-infiammatorie evitando così l’infiammazione incontrollata, ripristinando e mantenendo l’omeostasi della difesa cellulare innata all’interno dell’organismo.

HIDRO-GEN H3.0 - Acqua Pura, Viva e Attiva. Sempre.

Recentemente, è stato scoperto che l’idrogeno molecolare è capace di regolare anche le espressioni di miRNA e modificare le espressioni dell’inibitore della IκB chinasi-beta (IKK-β), del fattore nucleare NF-κB e della proteina di morte cellulare programmata 4 (PDCD4) nelle cellule di microglia retinica attivate dai lipopolisaccaridi (LPS). Nei lavori di ricerca l’idrogeno molecolare (gas) viene somministrato solitamente con:

  • inalazione, con concentrazioni del 4%.
  • Acqua arricchita di idrogeno molecolare, con somministrazione ad libitum.

Si è riscontrato che l’acqua arricchita di idrogeno molecolare mostra generalmente un effetto più evidente ed apprezzabile in termini di beneficio e facilità di assunzione.

 

Quanta acqua arricchita di idrogeno molecolare bere?

In condizioni termiche ambientali standard (circa 20° C), un adulto sedentario richiede quasi 2,5 litri di acqua al giorno. Molti seguono la generica regola di bere tra gli 8 e i 10 bicchieri di acqua al giorno e, certamente, è già un buon punto di partenza.

Per l’acqua arricchita di idrogeno molecolare le indicazioni sono al pari di una comune acqua, in quanto il prezioso elemento, data la sua condizione gassosa, ha una vita molto breve nell’organismo e non è capace di accumularsi. Quest’ultimo requisito ne rende sicura l’assunzione senza nessuna controindicazione, come certificato anche dalla FDA.

Tuttavia, volendo dare un senso a ogni gesto – anche il più semplice – compiuto nella nostra vita occorre specificare che siamo tutti unici, con il nostro corredo genetico, la nostra storia di salute, il nostro stile di vita e il nostro profilo emotivo. Ed è per questo che ognuno di noi necessita di una strategia di idratazione personalizzata per raggiungere e sostenere una salute ottimale, ovvero uno stato di benessere.

Ragion per cui negli ultimi cinque anni si è sviluppato un innovativo concetto di “idratazione funzionale”, portato avanti proprio da una giovane startup italiana. L’idrogeno è un elemento che svolge un ruolo importante per l’esistenza della vita nell’Universo ed è presente ovunque.

L’idrogeno molecolare si è mostrato un valido contributo nell’eliminazione dei radicali liberi in eccesso dal nostro corpo, nella protezione dai danni cellulari e, quindi, nel contribuire nel contesto di un sano stile di vita alla riduzione del rischio di malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratori "Equilibrio & Performance"

Ordine H3 Mental Plus

Ordine H3 0 Stress

HIDRO-GEN H3.0: Acqua Pura e Attiva. Sempre.

Ordine IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ottimizzatori dell'Idratazione ON-THE-GO

Ordine Ottimizzatori dell'Idratazione

Quantità:

SANO3MED. GENERATORE DI OZONO PURO

Richiedi SANO3MED. GENERATORE DI OZONO PURO