Come sanificare i condizionatori di casa
▶︎ Benessere & Lifestyle H3.0

Come sanificare i condizionatori di casa

Con l’arrivo della bella stagione le temperature si alzano e i climatizzatori domestici diventano essenziali per rinfrescare gli ambienti domestici. Ma prima di riutilizzarli dopo il lungo inverno è necessario sapere come igienizzarli. Perché è importante sanificare i condizionatori di casa? Per garantire la salubrità dell’aria che respiri. Aspetto che rischi di vanificare con una scarsa disinfezione.

In queste macchine si accumulano batteri, polveri, impurità, agenti inquinanti e virus. Inoltre, pulire i climatizzatori renderà più efficaci le prestazioni e, di conseguenza, sarà un vantaggio anche in termini di costi energetici. Andiamo al sodo e scopri come sanificare i condizionatori.

Come pulire i condizionatori domestici

Riuscire a capire come sanificare i condizionatori di casa non è un’operazione difficile, ma richiede tempo e precisione. Ecco di cosa hai bisogno per disinfettare un climatizzatore:

  • Una scala.
  • Un aspirapolvere a braccio.
  • Guanti per la pulizia.
  • Detergenti, meglio se naturali.

Utilizzare prodotti naturali per pulire condizionatore ti garantisce un’aria esente da sostanze chimiche. In più, proteggi le parti più delicate dell’impianto come le lamelle che si trovano nella parte esterna.

Il primo passaggio per lavorare in sicurezza è staccare la corrente. Adesso, puoi cominciare l’igienizzazione dell’impianto. Devi togliere il coperchio esterno, per individuare il sistema di apertura segui le indicazioni contenute sul libretto delle istruzioni. Una volta tolto lo split e la scocca esterna, con un aspirapolvere rimuovi il primo strato di sporco accumulato.

Come sanificare i condizionatori di casa e unità esterna

Poi con un panno in microfibra e uno sgrassatore naturale – l’aceto di vino ad esempio è efficace contro il grasso – insieme a qualche goccia di germicida naturale, come il Tea Tree Oil, procedi a una igienizzazione dell’area interna. Un detergente ad azione germicida crea una barriera protettiva che evita che i residui si depositino. Mentre il Tea Tree Oil disinfetta, deodora e non inquina.

Come igienizzare i filtri del condizionatore

Nei passaggi precedenti ti ho indicato come sanificare i condizionatori di casa con metodi naturali limitamdoti a una pulizia generica della parti interne. Adesso è momento di scoprire come pulire i filtri dei climatizzatori di casa.

Il tuo condizionatore è formato da carboni attivi? Rimuovi quelli esauriti e lava con acqua tiepida quelli ancora in buono stato. Se, invece, il condizionatore funziona con filtri normali – dotati di una rete di nylon – devi smontarli con delicatezza, facendo attenzione a non romperli.

Dopo puoi spolverarli, soffiandoci sopra con un compressore, un aspirapolvere o uno straccio. Eliminata la polvere in eccesso, immergi i filtri in acqua tiepida e sapone neutro. Tutto questo è importante per sanificare casa secondo i nuovi protocolli per contrastare il Coronavirus.

Hai risciacquato più volte? Bene, adesso lasciali asciugare all’aperto senza esporli direttamente al sole. Infine, passa un pennello intriso di sgrassatore sulla superficie dei filtri, risciacqua ancora e mettili ad asciugare.

Disinfettare le bocchette e l’unità esterna

Le bocchette del climatizzatore vanno lavate con acqua calda e fatte asciugare all’aria aperta. Quando si sono asciugate inserisci di nuovo i filtri e testa il funzionamento dello strumento.

La sanificazione dei condizionatori di casa riguarda anche l’unità esterna che contiene – il motore, il compressore e la ventola – si trova all’aperto. Di solito, è la componente più trascurata e più esposta ai detriti. Al contrario, una corretta sanificazione aumenta l’efficienza dell’apparecchio.

Come pulire unità esterna del condizionatore d’aria? Anche in questo caso, devi staccare il contatore. E comincia a togliere i residui visibili nell’area esterna che possono ostacolare la libera circolazione dell’aria. Non toccare serpentine e altri punti delicati. Adesso con un cacciavite allenta le viti della griglia che copre il compressore esterno, non scollegare i cavi elettrici.

Controlla se ci sono tracce di sporco che si sono diffuse in profondità e sfrutta una pinza per togliere la sporcizia dal fondo. Oppure usa un aspiratore a mano per togliere i residui più difficili da raggiungere. Con un pennello elimina la polvere che si è addensata sulle pale e poi lava con un panno bagnato e lo sgrassatore.

Dai un’occhiata anche allo stato delle tubazioni esterne e ricorda di coprire con un telo l’unità esterna dell’apparecchio in inverno. In questo modo lo proteggi dagli agenti atmosferici e altri residui.

Sanificazione climatizzatori con ozono

Oltre a sanificare i condizionatori di casa con metodi classici e detergenti naturali, puoi optare anche per la pulizia con ozono. Questo è un gas trivalente e naturale con una grande capacità ossidante. Si dissolve nell’aria, non lascia tracce e ritorna ossigeno (O2).

sanomed

Inoltre, è in grado di uccidere muffe, funghi, agenti patogeni, spore e virus. È utilizzato sia per il trattamento dell’aria e dell’acqua. La sua efficacia è stata riconosciuta dal Ministero della Sanità con il protocollo protocollo n° 24482 del 31/07/1996.

L’ozono viene erogato per da appositi generatori che funzionano tramite pulsantiera o telecomando. Possono essere di piccole e medie dimensioni. La durata di esposizione è settata su un periodo di tempo prestabilito.

So cosa stai pensando: “Sanificare condizionatori con ozono mi sembra una buona soluzione ma non c’è il rischio di un’intossicazione?” Non c’è pericolo ma è bene non superare i tempi di esposizione prefissati.

Quando sanificare i condizionatori di casa?

L’interrogativo non è solo come sanificare i condizionatori di casa ma ogni quanto pulire i condizionatori domestici? Una risposta precisa non c’è. In linea di massima ti conviene eseguire la sanificazione dei climatizzatori domestici nel lasso tra la tempo tra la primavera e l’estate.

E prima dell’arrivo dell’autunno se possiedi un condizionatore che deumidifica e riscalda. Se usi il condizionatore spesso è meglio fare la pulizia dei filtri almeno una volta ogni due mesi.

Leggi anche: come e perché sanificare l’auto con l’ozono

Come sanificare i condizionatori di casa

Ti stai chiedendo se fare la pulizia condizionatori fai da te o rivolgersi a un esperto? Come hai intuito, la sanificazione dei condizionatori di casa non è molto complessa. E non sono per forza necessari prodotti chimici. Tuttavia, potresti rivolgerti a un esperto se il condizionatore si trova in punti difficili da raggiungere o temi di danneggiare i filtri. Ora lascio la parola a te. Tu sai come sanificare i condizionatori di casa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratori "Equilibrio & Performance"

Ordine H3 Mental Plus

Ordine H3 0 Stress

HIDRO-GEN H3.0: Acqua Pura e Attiva. Sempre.

Ordine IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ottimizzatori dell'Idratazione ON-THE-GO

Ordine Ottimizzatori dell'Idratazione

Quantità:

SANO3MED. GENERATORE DI OZONO

Richiedi SANO3MED. GENERATORE DI OZONO PURO