come proteggersi dal covid-19 sul lavoro
▶︎ Benessere & Lifestyle H3.0

Come proteggersi dal COVID-19 sul lavoro

Il nuovo Coronavirus ha messo a dura prova e continua a sfidare la nostra resistenza. Per questo dobbiamo capire come proteggersi dal COVID-19 sul lavoro. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ci ha spiegato che “dobbiamo imparare a convivere con il virus”. Ed è questo quello che stiamo cercando di fare, prendendo le dovute precauzioni e mettendo in sicurezza tutti i luoghi pubblici.

Il 2020 non è iniziato come tutti ci aspettavamo, infatti abbiamo passato mesi difficili sognando di tornare alla vita di prima, ed ora ci siamo tornati ma con meno abbracci e più distanziamento. Certo, la convivenza con questo virus non è comoda, soprattutto in estate quando ci si vorrebbe rilassare

Ma è il miglior modo per mantenere la situazione stabile e creare una nuova normalità. Per questo lo Stato ha deciso di adottare alcune misure da rispettare per evitare nuovi contagi, che valgono per qualsiasi luogo pubblico, o negozio, o locale dove ci sono relazioni pubbliche.

Coronavirus e Fase 2: gestirla al meglio

Siamo entrati nella Fase 2 da tempo e conosciamo i principi che limitano il contagio. Il nuovo coronavirus, SARS-CoV-2, si trasmette maggiormente da una persona infetta a un’altra attraverso la saliva. Quindi tossendo, starnutendo e anche parlando, e con le mani (contaminate), toccando bocca, naso o occhi.

Tutte le precauzioni sono state individuate per evitare che avvengano questo tipo di contatti. Il dover convivere con il virus e gestire questa situazione ha portato molti imprenditori e negozianti a modificare la struttura della loro attività o diminuire i posti a sedere. O ad aggiungere strutture per il distanziamento.

Leggi anche: dove si nascondono i virus

Come proteggersi dal covid-19 sul lavoro

Il posto di lavoro è il luogo più importante dove bisogna mantenere protezione e sicurezza, sia per il cliente che per il lavoratore. Per questo sull’ambiente di lavoro vanno attuate delle misure preventive indispensabili per poter garantire il distanziamento sociale ed evitare possibili contagi. Qui ne abbiamo elencati alcuni.

Usare la mascherina

La mascherina è ormai diventata un oggetto indispensabile che non deve mai mancare da portare con te, un po’ come le chiavi. Quante volte ti sei dimenticato di prenderla e sei dovuto ritornare a casa a prenderla?

mascherina

Il COVID-19 è un nuovo ceppo della famiglia dei coronavirus e si trasmette soprattutto quando c’è un contatto stretto con una persona infetta attraverso la saliva. Per questo è molto importante, anzi necessario, l’utilizzo della mascherina per proteggere te stesso e gli altri. Esistono diversi tipo di protezioni:

Mascherine chirurgiche

Queste sono mascherine sono destinate a un utilizzo medico per proteggere il paziente da contaminazioni. Sono progettate per proteggere chi ci circonda ma non garantisce una protezione per chi la indossa.

Mascherine FFP1

Sono state create per la protezione delle vie aeree contro ambienti polverosi, sono quindi sconsigliate contro agenti patogeni portati per via aerea.

Mascherine FFP2

Queste mascherine sono destinate a operatori sanitari in contatto con individui infetti, anche se i pori del filtro di cui è dotata sono più grandi delle particelle del virus Covid-19. Proteggono sia te stesso che gli altri

Mascherine FFP3

Queste mascherine proteggono l’individuo quasi totalmente e i pori del filtro sono più piccoli del virus. Per questo sono le più consigliate e anch’esse proteggono sia dall’interno che dall’esterno.

Separatori in plexiglass

I separatori in plexiglass sono delle strutture che sono diventate il must da avere nei locali per proteggere il cliente e anche chi lavora. Questo materiale, infatti, è utilizzato per separare postazioni di lavoro, banconi e altro all’interno di posti al chiuso, come negozi o bar.

Se ne era sentito parlare anche come soluzione per le spiagge, ma per fortuna questa idea è stata bocciata all’istante. Anche per il semplice motivo che il plexiglass è formato da materiali si surriscaldano con facilità.

Utilizzare i guanti

Infine anche i guanti sono un oggetto necessario come misura preventiva per proteggersi dal Covid-19 sul lavoro. Infatti tutte le attività lavorative devono tenere a disposizione un buon quantitativo di guanti sia per i lavoratori che per i propri clienti.

Sono utilizzati per evitare la contaminazione di oggetti e/o prodotti alimentari, ma devono essere usati nel modo giusto e, soprattutto, anche con i guanti devi evitare di toccare occhi, bocca o naso. Esistono diversi tipi di guanti e si possono classificare a seconda del loro uso:

Guanti in nitrile

Questi sono i classici guanti che penso avremmo tutti in casa. Sono elastici e abbastanza resistenti e sono utilizzati per manipolare degli alimenti o per fare cose di casa.

Guanti in lattice

Questi sono quelli più indicati e i più resistenti, in quanto questo materiale tende ad essere difficile da rompersi ed è ergonomico, adattandosi molto bene alla mano. Data la loro resistenza e l’elevata elasticità vengono utilizzati da medici e dentisti e per questo sono quelli più consigliati.

Guanti in polietilene

Sono i classici guanti utilizzati dai supermercati e dai distributori di benzina e ora, con la Fase 2, li troviamo all’entrata di tutti i negozi e attività, affiancati all’igienizzante per mani. Sono quelli meno resistenti ma molto pratici da mettere a disposizione per i clienti.

Disinfezione degli ambienti di lavoro

Sanificare e igienizzare i luoghi in cui le persone si ritrovano per portare a termine la propria attività professionale è un dovere per chi si occupa della salute dei lavoratori. Un principio che, giusto ricordarlo, non riguarda una semplice opzione: è un dovere definito a norma di legge.

sanomed

Anche il Ministero Della Salute sottolinea l’importanza di una sanificazione costante dei luoghi di lavoro, un processo che può essere portato a termine anche con strumenti che emanano ozono. In questo modo puoi igienizzare gli ambienti e assicurare una maggior sicurezza a tutte le persone che li vivono.

Lavorare in Smart Working

Un nuovo mondo scoperto e causato dalla situazione che stiamo vivendo è lo smart working, la soluzione per tutti quei lavori che possono essere svolti anche da computer. Questa modalità di lavoro infatti, per alcune aziende avrebbe risolto il problema del distanziamento sociale e dell’adozione delle misure precauzionali.

Molti lavoratori ancora oggi continuano a lavorare da casa o sono in cassa integrazione, ma questo varrà ancora per poco e i lavoratori dovranno tornare sul posto di lavoro, che dovrà garantire tutte le misure stabilite.

Lo smart working permette di proteggerti dal virus ed è un modo innovativo per continuare a lavorare. Potrà diventare una soluzione definitiva per molte realtà aziendali? Questo non lo sappiamo, dovremmo solo aspettare e vedere come evolverà questa situazione.

Leggi anche: virus e viaggi in aereo, c’è sicurezza con il COVID-19

Come proteggersi dal Covid-19 sul lavoro

Proteggersi da questo virus abbiamo capito che non è di certo una passeggiata, soprattutto in un momento come questo in cui vorresti rilassarti e goderti questo piccolo periodo d’estate. Però purtroppo dobbiamo conviverci e basta qualche accorgimento in più per continuare a vivere la vita in sicurezza.

Oltre alle chiavi di casa porterai con te anche la mascherina, oltre al portafoglio prenderai anche un liquido igienizzante per mani, e sul lavoro sarai protetto dalle misure di protezione attuate dall’azienda. Tu che utilizzi altro per proteggerti? Ti sei abituato a convivere con il virus? Se vuoi dirci qualcosa scrivilo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratori "Equilibrio & Performance"

Ordine H3 Mental Plus

Ordine H3 0 Stress

HIDRO-GEN H3.0: Acqua Pura e Attiva. Sempre.

Ordine IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ottimizzatori dell'Idratazione ON-THE-GO

Ordine Ottimizzatori dell'Idratazione

Quantità:

SANO3MED. GENERATORE DI OZONO

Richiedi SANO3MED. GENERATORE DI OZONO PURO