▶︎ Idratazione, Scienza e Salute

Come preparare tisane e decotti

Vuoi scoprire come preparare tisane e decotti. Sono bevande che ti permettono di cominciare la mattinata con il giusto equilibrio e, allo stesso tempo, sono un buon rimedio naturale per conciliare il sonno. Insomma, con questi prodotti vuoi mantenerti idratato e beneficiare degli effetti curativi delle piante.

Desideri acquistare quest’abitudine per ritagliarti un momento lontano dallo stress. Dedicato a calma, riflessione, concentrazione. Però, per ottenere il massimo anche in termini di gusto e proprietà devi sapere come preparare tisane e decotti.

Che cos’è una tisana, definizione

Prima di capire come prepararla, scopriamo che cos’è una tisana: è una miscela di una o più erbe fresche o secche in cui l’acqua viene utilizzata come solvente per liberare i principi attivi delle piante. La bevanda si può bere calda o fredda e non ha caffeina.

Fa parte della categoria degli idroliti ed è realizzata tramite infusione o decozione di erbe o spezie in acqua calda. Il fine di questa preparazione è dare un beneficio.

Per approfondire: acqua aromatizzata, cos’è e a cosa serve

Che differenza c’è tra infuso e tisana

Sorge spontaneo un interrogativo: che differenza c’è tra infuso e tisana? L’elemento chiave sono gli ingredienti: nella tisana vengono sfruttate molte parti di piante diverse, nell’infuso ci sono solo foglie e fiori che appartengono allo stesso vegetale.

Come fare buone tisane in casa

E allora come preparare tisane e decotti che fanno bene alla salute? Cominciamo a scoprire come fare le tisane in casa. Il primo passo? Usare un’ottima acqua oligominerale poco dura e con un basso residuo fisso. Altro accorgimento: l’acqua bollente non deve essere versata in in contenitori metallici ma nella classica teiera.

O in recipienti di ceramica e vetro. Hai scelto erbe fresche per fare le tisane in casa? Allora devi utilizzare 50 grammi di erbe per 600 millilitri di acqua. Le erbe sono secche? Allora basterà un cucchiaino da tè ogni 250 millilitri di acqua.

Tempo di infusione di una tisana

Adesso immergiamoci nel procedimento: in un pentolino fai bollire l’acqua. Una volta raggiunta l’ebollizione versa il liquido nel recipiente, coprilo con un coperchio per non disperdere gli oli e lascia riposare. Qual è il tempo di infusione di una tisana? Per le erbe fresche sono necessari 3 minuti mentre per quelle fresche servono tra 5 e i 10 minuti.

Come preparare tisane e decotti.

Le tisane preparate con le erbe fresche hanno un colore pallido mentre quelle fatte con erbe secche si distinguono per le tinte accese. Trascorso il giusto tempo di infusione filtra la bevanda con un colino a maglie strette, gira e bevi lentamente.

La tisana ti lascia un retrogusto amaro?Addolcisci con un po’ di miele, radice di liquirizia o semi di anice. Un paio di consigli: cerca di tagliare in modo corretto le erbe per la tisana. Devi ottenere il formato giusto, noto come taglio tisana.

Il modo in cui vengono sminuzzate le erbe officinali influisce sui principi attivi. Inoltre, in una tisana non mescolare mai le parti dure e tenere delle piante e non usarne più di 5.

L’acqua per le tisane deve bollire?

Iniziamo a fare chiarezza sull’argomento: far bollire l’acqua troppo a lungo rischia di separare i minerali dalla soluzione dando forma a una patina superficiale.

E inficia l’azione benefica del preparato. Riscaldare troppo l’acqua compromette il sapore della bevanda. L’acqua per le tisane deve bollire a 90-95 °C. Le erbe più delicate hanno bisogno di una temperatura inferiore mentre le cortecce legnose più alta.

Come filtrare una tisana

Sapere come preparare tisane e decotti richiede la massima attenzione per ogni passaggio. Cosa voglio dire? Devi scoprire come filtrare una tisana nel modo giusto.

Ma facciamo un passo indietro per un attimo. In commercio esistono le tisane in bustina e quelle sfuse. Per queste ultime il colino è indispensabile ma deve rispettare determinate caratteristiche: le maglie devono essere fitte e sottili.

Per filtrare una tisana puoi usare pure gli infusori in acciaio, silicone e ceramica. Si tratta di contenitori forati che racchiudono erbe, radici, semi e foglie che vengono immersi nell’acqua e tolti al momento opportuno. Infine ci sono le tisane in bustina.

Queste non hanno bisogno di essere filtrate. Sono comode ma prive della magia che regala il processo in cui tu e la bevanda diventate protagonisti di un rito che mette al centro il benessere. Gli amanti di bevande e decotti in bustina preferiscono le tisane con il filo di seta o a piramide perché naturali e non influenzano i sapori.

Come conservare una tisana fatta in casa

Ecco un’altra domanda che incuriosisce chi vuole sapere come preparare tisane e decotti: come conservare una tisana fatta casa? Presto detto, se si tratta di una tisana curativa è consigliabile berla subito e calda. In ogni, caso va consumata entro 12 ore.

Questo per non perdere i suoi effetti benefici. Custodiscila in un termos per mantenerla calda. Gli altri tipi di tisane possono essere messe in bottiglia di vetro e mantenute fino a 2 giorni. Il discorso è simile anche per il decotto che è una forma di tisana.

Come si fa un infuso rispetto alla tisana

Vuoi una tisana detox che aiuti a digerire e che ti protegga dai malanni di stagione? La soluzione c’è: l’infuso allo zenzero. Questa bevanda (che è anche un ottimo rimedio anti nausea) può essere consumata calda in inverno e fredda d’estate.

Anche qui è importante definire che cos’è un infuso. Si tratta di una tisana molto leggera; l’acqua bollente viene versata sul composto vegetale di fiori e foglie che evocano note aromatiche. I tempi di infusione variano dai 5-10 minuti e poi devi filtrare.

Ma come si fa un infuso allo zenzero?

Taglia la porzione di zenzero che ti serve per fare l’infuso poi, sbucciala con un coltellino. Devi eliminare solo la parte esterna. In seguito, prendi una grattugia a piccoli fori oppure comprane una specifica. Immergi la radice di di zenzero in acqua bollente

Preparazione di un infuso allo zenzero.

Poi lascia in infusione per 10/15 minuti. Infine, filtrala e bevila con calma addolcendo con il miele o aggiungendo un po’ di limone per avere un’azione purificante. Piccolo consiglio per preparare una tisana di qualità: la buccia della radice deve essere compatta, senza rughe e non troppo secca.

Hai visto? Il procedimento per la ricetta dell’infuso allo zenzero è molto semplice. In pochi attimi potrai assumere una tisana salutare che funge da antinfiammatorio naturale grazie ai gingeroli e gli shogaoli, principi attivi racchiusi nella radice.

Lo zenzero, come ti ho accennato, aiuta a dimagrire. Inoltre è un antireumatico, evita la formazione della cellulite, dei gas intestinali, scongiura il reflusso gastroesofageo, abbassa la pressione sanguigna, contrasta vomito e nausea in gravidanza.

Come fare un decotto (diverso dalla tisana)

Qui andiamo per gradi: cos’è un decotto? Si tratta di una forma di tisana che viene preparata con le parti dure delle piante (radici, cortecce, legno) che non risentono dell’azione del calore. Anzi, riescono a mantenere integri i loro principi attivi.

E adesso occupiamoci del punto chiave: come preparare un decotto? Il metodo è quello della decozione. Prendi le parti delle piante che vuoi utilizzare per la bevanda.

Spezzettale e mettile per qualche ora in un pentolino pieno d’acqua fredda. L’acqua deve essere abbondante per compensare l’evaporazione. Dopo lasciala bollire per una decina di minuti, fai riposare a fuoco spento per altri 10 minuti poi filtra e sorseggia.

Esiste anche il decotto macerato in cui le piante vengono immerse in acqua a temperatura ambiente per 8 ore prima di bere la bevanda. In questa situazione non devi accendere il gas. Come conservare il decotto? Vuoi ottenere il massimo beneficio?

Il decotto va bevuto subito quando è ancora caldo. Tuttavia, se vuoi conservarlo mettilo in frigo in un recipiente in vetro a chiusura ermetica per non più di tre giorni.

Leggi anche: come idratarsi, buone abitudini da seguire

Come preparare tisane, infusi e decotti

In questa guida ti ho spiegato come preparare tisane e decotti, alleati naturali della salute. Avrai notato che per raggiungere il miglior risultato possibile devi essere preciso nei tempi e nei passaggi, nulla deve essere lasciato al caso anche se sembra un compito semplice. Ora tocca a te, la tua esperienza è importante. Tu come ti organizzi?

Share
Published by
Marilena D'Ambro

Recent Posts

Ritenzione idrica in gravidanza, cosa fare?

Cosa fare per la ritenzione idrica in gravidanza? Questa provoca dolori e fastidi e accomuna molte donne in dolce attesa. Senza contare che il gonfiore,…

1 anno ago

Cosa bere al posto del caffè? Ecco le alternative!

Rinunceresti mai al caffè? In molti risponderebbero di no senza pensarci molto, chi per la sua bontà, chi le sue proprietà eccitanti e chi per…

1 anno ago

Stress ossidativo, le patologie e le cure

“I radicali liberi prodotti durante la respirazione aerobica causano danni ossidativi cumulativi, con conseguente invecchiamento, tumori e morte”. Cosi affermava Denham Harman, nel 1956, introducendo…

1 anno ago