come depurare l'acqua del rubinetto
▶︎ Benessere & Lifestyle H3.0

Come depurare l’acqua del rubinetto

Negli ultimi anni si è sviluppata un’attenzione maggiore sull’alimentazione. Questo tema è andato crescendo abbracciando tutto ciò che concerne la salute in termini di sport, cibi biologici, rispetto per l’ambiente. Ma poco si parla dell’importanza di capire come depurare l’acqua del rubinetto.

Bere un’acqua microbiologicamente pura, a casa, è possibile? Molti non si fidano di questa fonte ma è un errore perché l’acqua del rubinetto è potabile. Cerchiamo di fare chiarezza anche sulla possibilità di depurarla. E quindi di migliorarla.

Chi garantisce la potabilità del rubinetto?

L’acqua del rubinetto è economica, comoda e amica dell’ambiente. In Italia il Decreto Legislativo 31/01, emanato in attuazione della Direttiva 98/83/CE stabilisce i parametri e i limiti di legge della qualità dell’acqua erogata dagli acquedotti. L’art. 7 del decreto indica che devono essere effettuati due controlli sull’acqua:

  • Interni, a carico del gestore dell’acquedotto, che ha il compito di verificare periodicamente la potabilizzazione e la sicurezza dell’acqua
  • Esterni, a carico dai Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) delle ASL (Aziende Sanitarie Locali) territorialmente competenti.

Questi controlli certificano che l’acqua erogata dall’acquedotto è di buona qualità e quindi bevibile. Ma non possono garantire la qualità dell’acqua erogata dai singoli rubinetti: questa dipende dalla qualità delle tubature condominiali.

Per approfondire: posso bere l’acqua del rubinetto di casa?

Possiamo fidarci dell’acqua del rubinetto?

Il rischio di contaminazione è molto alto soprattutto nei vecchi edifici in quanto le tubature venivano realizzate in piombo (un materiale altamente tossico) e il pericolo che questo materiale venga rilasciato nell’acqua è molto frequente.

Un altro contaminante pericoloso, e cancerogeno, è l’amianto presente nell’acqua sotto forma di particelle in sospensione di ridottissime dimensioni (< di 1 micron).

Meglio acquistare l’acqua in bottiglia?

L’acqua in bottiglia non ha nessun anomalo retrogusto e si ha la libertà di sceglierla tra naturale o frizzante ma è più costosa, pesante e ingombrante per portarla fino a casa.

Gli italiani però sono al primo posto in Europa per il consumo di acqua in bottiglia. Quindi probabilmente è chiaro che nell’immaginario collettivo è vista come pura e incontaminata ma i benefici forse non sono poi così alti.

Soprattutto se confrontati con l’impatto ambientale che ne deriva: sfruttamento delle risorse idriche, trasporto, imbottigliamento, distribuzione e smaltimento rifiuti.

Anche l’acqua in bottiglia ha i suoi problemi

Dal momento che l’acqua in bottiglia è un prodotto alimentare, è soggetta ha controlli governativi e quindi sicura ma la differenza la fa il materiale della bottiglia.

La maggioranza delle bottiglie di acqua minerale in vendita sono fatte con un materiale plastico chiamato polietilenetereftalato (PET) che va conservato lontano dalle fonti di calore, per evitare che rilasci sostanze tossiche come antimonio, acetaldeide e formaldeide dannose per la salute, ma spesso questo non accade.

Come depurare l’acqua del rubinetto

Posso bere l’acqua che sgorga dal rubinetto di casa? Certo, ma per avere un prodotto migliore devi lavorare sul liquido. I metodi per depurare sono tanti, con costi ben diversi. Vediamoli insieme qual è la soluzione conveniente per te.

Filtro aeratore

Il filtro aeratore è la soluzione più semplice e meno costosa per trattenere le impurità di dimensioni più rilevanti e in particolar modo il calcare. È un piccolo dispositivo che viene montato nella parte inferiore del rubinetto, realizzato in ottone o in ABS, formato da una ghiera, una guarnizione in gomma e una retina con tanti fogli.

un esempio di rubinetto frangigetto
Come depurare l’acqua del rubinetto.

Oltre a trattenere le impurità, il filtro miscela l’acqua con l’aria aumentandone il volume e riducendone il flusso, permettendo anche un risparmio di acqua.

Caraffe filtranti

La caraffa filtrante è una brocca che filtra l’acqua del rubinetto e permette di avere un liquido dal sapore più gradevole, elimina il cloro e il calcaree rendendo l’acqua meno dura. Quindi sostituisce gli ioni di calcio e magnesio con quelli di sodio e potassio.

Si tratta di un metodo molto economico, acquistabile al supermercato o su Amazon con 20/30 euro ma occorre cambiare una volta al mese i filtri a carboni attivi per evitare lo sviluppo di batteri nocivi all’interno della cartuccia filtrante.

VANTAGGI

  • Rappresenta il metodo più economico.
  • Rimuove l’odore e il sapore cattivo.
  • È una scelta ecologica perché riduce plastica.

SVANTAGGI

  • Faticoso e costoso, perché bisogna ricordarsi dei filtri.
  • Poco efficace, perché la caraffa non elimina metalli pesanti, pesticidi, piombo, amianto, nitrati, arsenico che ci potrebbero essere nell’acqua del rubinetto.
  • Scomodo, bisogna aspettare un po’ prima di bere.

Kit filtri a carbone attivo

I kit filtri a carbone attivo si installano sotto il lavello e hanno la funzione di depurare l’acqua da sedimenti, alghe, particelle in sospensione che si staccano dalle conduttore dell’acquedotto. Quindi migliorano l’odore e il sapore dell’acqua.

Come depurare l’acqua? Il kit comprende un rubinettino da installare accanto a quello della cucina, che eroga il liquido potabile, e una lampada a ultravioletti per eliminare batteri che si potrebbero annidare nei filtri dopo aver rimosso il cloro.

VANTAGGI

  • Filtrano più profondamente delle caraffe.
  • Il cambio dei filtri è meno frequente.
  • Sono economici in confronto ai depuratori.

SVANTAGGI

  • Erogano solo acqua naturale, non fredda e frizzante.
  • Non filtrano le particelle invisibili che fanno male.
  • Occorre cambiare i filtri ogni 6 mesi.

Depuratore a microfiltrazione

I depuratori a microfiltrazione sono i migliori sistemi per la depurazione dell’acqua del rubinetto da cloro, pesticidi, sedimenti, particelle in sospensione, alghe più grandi di 0,5 micron che si installano sotto o sopra il lavello.

Il sistema è formato da un contenitore di metallo che racchiude tre filtri a carbone attivo e una lampada ultravioletti per eliminare i batteri. Sul lavandino si applica un rubinetto che eroga l’acqua depurata che può anche essere refrigerata e gasata con l’aggiunta di bombola CO2 e di una piccola camera di refrigerazione.

Come depurare l’acqua del rubinetto? Una centralina elettronica provvede poi a contare i litri erogati e avvisare quando è il momento di cambiare i filtri. Si attiva quando c’è un guasto e chiude la valvola di ingresso dell’acqua per evitare allagamenti.

VANTAGGI

  • Più efficaci delle caraffe filtranti e del kit a carboni attivi.
  • Più economici in confronto ai depuratori a osmosi inversa.
  • Possono erogare anche acqua fredda e frizzante.

SVANTAGGI

  • Non filtrano alcune particelle invisibili.
  • Devi cambiare i filtri ogni 6-12 mesi.

Depuratore a osmosi inversa

Per rimuovere i residui tossici come il piombo e l’amianto i depuratori che danno maggiori garanzie sono gli impianti di purificazione a osmosi inversa. Non tutti sanno che alcune acque naturali a basso costo in vendita nei supermercati altro non sono che “acque di rubinetto” trattate con impianti di purificazione a osmosi inversa!

Questa tecnologia di depurazione dona un’acqua oligominerale a basso contenuto di sali minerali, leggera e gustosa. Il benefit: elimina le sostanze inquinanti invisibili.

Oltre ai filtri a carboni attivi e alla lampada a UV della microfiltrazione, il depuratore a osmosi inversa ha un componente aggiuntivo: la membrana osmotica e la pompa.

La pompa spinge l’acqua contro la membrana che ha dei pori minuscoli e depura il liquido. Tutti i componenti sono gestiti da una centralina elettronica che:

  • Conta i litri, avvisa quando cambiare filtri.
  • Si attiva quando c’è un guasto idrico.
  • Chiude la valvola di ingresso dell’acqua.
  • Controlla il funzionamento della pompa.
  • Comanda il lavaggio delle membrane.

VANTAGGI

  • Sistema di depurazione migliore e più sicuro.
  • Elimina anche le sostanze nocive invisibili.
  • Possono erogare acqua fredda e frizzante.
  • Hanno la regolazione della quantità di sali minerali.

SVANTAGGI

  • Sono i più costosi,
  • Devi cambiare i filtri ogni 6-12 mesi.

Come depurare l’acqua del rubinetto

Questi sono i metodi migliori, almeno dal mio punto di vista, per migliorare l’acqua che puoi bere dal rubinetto. Secondo te ci sono soluzioni da aggiungere a questa lista?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratori "Equilibrio & Performance"

Ordine H3 Mental Plus

Ordine H3 0 Stress

IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ordine IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ottimizzatori dell'Idratazione ON-THE-GO

Ordine Ottimizzatori dell'Idratazione

Quantità:

Smartwatch + App H3

Ordine Smartwatch