bere di notte
▶︎ Idratazione, Scienza e Salute

Bere di notte: come migliorare la qualità del sonno

Bere acqua di notte fa bene? Ecco la domanda che ognuno di noi si pone spesso. Il tema dell’acqua se ne parla molto e spesso sentiamo dire che bisogna bere tanta acqua tutti i giorni perché fa bene alla salute. Così come non si può mangiare a tutte le ore, c’è un’ora giusta anche per bere acqua e anche la natura ce lo insegna. Ma quali sono i momenti fondamentali per idratarsi? Vediamoli insieme.

Il momento giusto per bere acqua

Spesso si ha l’abitudine di bere solo durante i pasti e soprattutto acqua. Molti non sanno che quando beviamo acqua durante il pasto scioglie gli enzimi digestivi nello stomaco e rende difficile digerire e assimilare cibo. L’acqua, come sappiamo, è ricca di solfati che stimolano il pancreas il quale a sua volta rilascia enzimi che ci aiutano a digerire. Quindi è consigliato bere non più di 2/3 bicchieri di acqua durante pranzo e cena.

Perché altrimenti corriamo il rischio che i succhi gastrici rallentino i tempi di digestione. Ma anche bere troppo prima del pasto fa male, perché lo stomaco si dilata eccessivamente e di conseguenza diminuisce il senso di fame. Molti medici invece consigliano ai loro pazienti di bere un bicchiere di acqua prima di andare a letto o se si svegliano durante la notte perché stimola il metabolismo e la digestione. Inoltre consente di:

  • Recuperare i liquidi persi ed elimina le tossine accumulate durante il giorno.
  • Evitare che si manifestino crampi durante la notte e i reni a riposo lavorano meglio.

Bere di notte per dimagrire: funziona?

Il momento migliore per bere è al risveglio e un’ora prima dei pasti. Bere acqua prima di dormire potrebbe avere un effetto dimagrante? In linea di massima la buona idratazione facilita la perdita del peso, quindi è sempre una buona idea bere un bicchiere d’acqua anche prima di andare a letto per riposare. Senza aspettarsi, ovviamente, effetti miracolosi da questa pratica. Perché è sempre l’insieme a fare la differenza.

Leggi anche: come idratarsi, buone abitudini da seguire

Normale avere sempre sete di notte?

La sete nasce quando nell’organismo si verifica uno squilibrio tra acqua e sali minerali. Possono verificarsi condizioni particolari che ci spingono a una maggiore introduzione di liquidi come vomito, febbre, diarrea, colpi di calore, intensa sudorazione, pasti ricchi di cibi salati, ecc. Ciò produce la sete che si esaurisce bevendo. Quando la sensazione persiste anche di notte senza una precisa causa è meglio consultare un medico.

Evitare l’acqua lasciata sul comodino

Molti fanno l’errore di bere il bicchiere di acqua lasciato sul comodino la sera prima. Quante volte ti sarà capitato di metterti a letto e organizzarti con un bel libro da leggere e un bicchiere d’acqua pronto sul comodino? Quell’acqua, dopo una notte, non dovrebbe più essere ingerita.

Evitare l’acqua lasciata sul comodino
Vogliamo solo acqua di prima qualità

Perché si sono depositati milioni di batteri e l’acqua non è più buona come lo era la sera prima. La soluzione migliore è bere acqua fresca appena svegli. Presa a digiuno aiuta a purificare l’intestino, rafforza il sistema immunitario, contrasta stipsi e ritenzione idrica, favorisce diuresi.

Perché ci svegliamo di notte per bere

Ci sono giorni in cui non riusciamo a prendere sonno, ci svegliamo di notte con una forte sensazione di sete e la bocca secca. La sete è un sintomo che indica la presenza di uno squilibrio idrico salino ma può essere causata da alcune cattive abitudini a cui non facciamo attenzione.

Idratarsi male durante il giorno

Spesso impegni lavorativi, universitari o anche perché stiamo tutto il giorno in giro siamo portati a bere maggiormente al rientro a casa e in tarda serata. Questo comporta che durante la notte aumenta il bisogno di urinare, interrompendo il sonno anche più volte durante la notte. La soluzione è quindi modificare questa cattiva abitudine e bere poco e spesso ma durante tutto il giorno per evitare di interrompere il sonno.

Mangiare pasti abbondanti la sera

In giornate frenetiche siamo portati a saltare il pranzo e quindi arriviamo a cena affamati. Apriamo il frigo e non sappiamo cosa mangiare! Quindi ci accontentiamo di pizza, hamburger, formaggio, prosciutto, ecc. Tutti alimenti ricchi di sale che aumentano la sensazione di sete. Questa abitudine può provocare l’insonnia perché la cena dovrebbe essere invece costituita da un pasto leggero e facile da digerire.

Dormire in un ambiente fastidioso

Magari troppo rumoroso, luminoso, caldo o freddo. Spesso ci alziamo per bere anche a causa di un sonno disturbato e le ragioni possono essere tante. Ad esempio la melatonina prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, che regola il ciclo sonno-veglia, che viene prodotta al buio. Quindi è importante dormire in un ambiente poco illuminato, lontano dai rumori ed ha una temperatura non superiore ai 21 gradi.

Inoltre dormire in una camera multiuso non è il massimo. La presenza di molti stimoli come tv, luci, videogiochi, computer, smartphone, ecc. non ci aiutano a dormire quindi sarebbe opportuno togliere tutte quelle distrazioni che non facilitano il sonno durante la notte.

Stress e abitudini sbagliate

Rimanere attivi e impegnati fino al momento di andare a dormire non è l’ideale. Anche il sonno ha bisogno di un suo rituale come ascoltare musica rilassante, leggere, etc. Perché corpo e mente hanno bisogno di tempo per rilassarsi. Quindi anche un intensa attività fisica sarebbe da bypassare perché aumenta la temperatura corporea e il battito cardiaco. Meglio evitare di andare a dormire in orari sempre diversi.

Da leggere: come preparare tisane e decotti per la notte

Bere di notte: la tua esperienza

Per migliorare la qualità e favorire il sonno c’è bisogno di ritmi regolari e quindi di una routine. Andare a dormire ad orari differenti può portare ad avere difficoltà non solo ad addormentarsi ma anche al ritmo sonno-veglia. Sei d’accordo con queste regole per migliorare il sonno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratori "Equilibrio & Performance"

Ordine H3 Mental Plus

Ordine H3 0 Stress

IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ordine IDRO-GEN H3.0. MicroMolecole Detox

Ottimizzatori dell'Idratazione ON-THE-GO

Ordine Ottimizzatori dell'Idratazione

Quantità:

Smartwatch + App H3

Ordine Smartwatch